Città del Vaticano, Musei Vaticani, Museo Pio-Clementino. Il famoso gruppo scultoreo rappresenta in un unico blocco marmoreo l’episodio del’Eneide sul sacerdote Laocoonte e dei suoi figli assaliti da serpenti marini.. L’opera è probabilmente stata scolpita tra il I e il II secolo a.C. ma gli storici sono abbastanza concordi nel dire che si tratti di una riproposizione marmorea di una precedente statua in bronzo del 150 a.C. circa. Gruppo del Laocoonte codice S75 Calco del famoso gruppo marmoreo degli scultori Agesandro, Atenodoro e Polidoro di Rodi eseguito tra il I secolo a.C. ed il I secolo d.C. Il gruppo scultoreo ritrae il sacerdote troiano Laocoonte con i suoi figli assaliti dai serpenti marini come narrato nell’Eneide. Gruppo del Laocoonte, copia marmorea nei Musei Vaticani Citazioni sul gruppo scultoreo del Laocoonte . Il gruppo scultoreo del Laocoonte e i suoi figli, noto anche semplicemente come Gruppo del Laocoonte, è una scultura in marmo (h 242 cm) conservata nel Museo Pio-Clementino dei Musei Vaticani, nella Città del Vaticano. Raffigura il famoso episodio narrato nell'Eneide che vede il sacerdote troiano Laocoonte ed i suoi figli assaliti da serpenti marini. Osservazioni sul luogo di ritrovamento e sulla collocazione antica Durante la guerra di Troia, Laocoonte, sacerdote troiano del dio Apollo, si era opposto all'ingresso del cavallo di legno entro le mura della città. Gli venne data in moglie Antiope, con la quale si unì davanti alla statua del dio e così se ne attirò la sua ira. Laocoonte era un sacerdote troiano addetto al culto di Apollo Timbreo, figlio di Antenore o di Capi, secondo altre versioni, e fratello di Anchise. La sua datazione si attesta intorno al I secolo A.C al I secolo D.C. La statua è alta 242 centimetri e il materiale utilizzato è il marmo. Leggi il testo, osserva l immagine e completa scegliendo tra le parole del riquadro. II gruppo del Laocoonte. La statua di Laocoonte ei suoi figli, anche chiamato il gruppo Laocoonte ( italiano: Gruppo del Laocoonte), è stata una delle più celebri sculture antiche da quando è stata scavata a Roma nel 1506 e posto in esposizione pubblica in Vaticano, dove si resti.E 'molto probabile che la stessa statua elogiato nei termini più alti dal principale scrittore romano sull'arte, Plinio il Vecchio. Gruppo del Laocoonte Appunto di storia dell'arte con analisi della scultura di Agesandro, Atenodoro di Rodi e Polidoro, il Gruppo del Laocoonte. analisi d opera attiva Arte ellenistica Gruppo del Laocoonte Copia romana da originale in bronzo del II secolo a.C., marmo, h 242 cm. Atena e Poseidone, favorevoli ai Greci, inviarono dal mare due mostruosi serpenti che avvolsero con le loro spire Laocoonte e i suoi due figli. Il gruppo scultoreo di Laocoonte e i suoi figli, noto anche semplicemente come Gruppo del Laocoonte, è una scultura ellenistica della scuola rodia, in marmo (h 242 cm) conservata nel Museo Pio-Clementino dei Musei Vaticani, nella Città del Vaticano.Raffigura il famoso episodio narrato nell'Eneide che mostra il sacerdote troiano Laocoonte e i suoi figli assaliti da serpenti marini. Il Laocoonte ai Musei Vaticani: il gruppo statuario più famoso dell’antichità La statua oggi esposta ai Musei Vaticani , è stata rinvenuta nel cinquecento durante uno scavo archeologico a Roma.